Prestiti velocissimi per under 40: informazioni, come accedervi, migliori offerte nel 2022

Indice dei contenuti

In Italia ormai ci si sposa sempre meno e sempre più tardi: l’età media è intorno ai 37 anni. Ciò vuol dire che le persone spesso stanno a casa dei genitori fino a ridosso dei 40, che è ormai la soglia per essere considerato “giovane”.

Sono gli under 40 quindi che si ritrovano nella necessità di doversi costruire le fondamenta del loro futuro e sono loro che più di chiunque altro hanno bisogno di ottenere dei finanziamenti adeguati. Il prestito personale è per loro una sorta di iniziazione alla vita vera e propria, quella che prevederà il distacco dalla loro famiglia d’origine.

Nelle righe seguenti cercheremo di dare risposta a tutti quei giovani che intendono fare chiarezza sulla variegata offerta di prestiti a loro riservati, cercando di capire come scegliere quelli più convenienti e quali siano i presupposti per poter accedere a questo tipo di credito.

Quali sono i bisogni finanziari degli under 40?

Con il loro primo impiego, i giovani lavoratori stanno sicuramente guadagnando l’indipendenza. Tuttavia, uno stipendio anticipato non è sufficiente a coprire le spese necessarie del vivere quotidiano, che spesso si verificano anche contemporaneamente:

  • mobilità (patente di guida, acquisto di un’auto);
  • alloggio (spese di agenzia, deposito, mobilio, decorazione);
  • attrezzature (apparecchiature informatiche, elettrodomestici);
  • vita personale (fidanzamenti, matrimoni);
  • progetti (viaggi, ecc.).

Il sostegno finanziario dei genitori, spesso messo alla prova durante gli studi, diventa insufficiente in considerazione dell’importanza di queste esigenze di finanziamento. Il prestito personale per i giovani lavoratori è quindi il modo migliore per coprire queste spese. Anzi, permette ai giovani lavoratori di intraprendere la vita con fiducia, senza chiedere nuovamente il contributo finanziario della famiglia!

I benefici di un prestito personale per giovani

Facendo una rapida ricerca sul web, ci si accorge subito che sono numerose le offerte di prestiti personali agevolati rivolti agli under 40. Queste facilitazioni sono dovute al fatto che i giovani in genere posseggono poca storia professionale e finanze limitate, ragion per cui senza aiuti il loro accesso al credito sarebbe necessariamente limitato.

I prestiti destinati agli under 40 sono numerosi e tutti si pongono come fine ultimo quello di consentire al richiedente l’inizio di una più solida attività lavorativa e sociale.

Grazie a questi prestiti dedicati i giovani avranno la possibilità di:

  • finanziare il 100% di una spesa significativa (ad esempio l’acquisto di un’auto);
  • non dover fornire troppe garanzie per ottenere il finanziamento;
  • beneficiare di tassi di interesse bassi;
  • posticipare un certo numero di rate;
  • rimborsare anticipatamente il prestito senza spese.

Chi può accedere al credito per giovani?

Abbastanza obiettivamente, per ottenere un prestito, essere giovani non è un vantaggio. Infatti, gli istituti di credito e le banche applicano una serie di regole parecchio stringenti per la concessione del credito o meno. Agli under 18, nulla è concesso, per ovvi motivi. Allo stesso modo molti istituti di credito non accettano richieste per giovani sotto i 21 anni di età.

Tra i 21 e i 40 anni non esiste una regola di rifiuto. Ma è il “punteggio di accettazione” (credit scoring) che prende il sopravvento.

Il punteggio di credito è la valutazione del rischio di insolvenza della somma prestata. Tuttavia l’età è importante! Una richiesta di credito se presentata da un giovane sotto i 35 anni ha molte probabilità di essere respinta. Per contro l’età diventa fattore di rischio anche dopo i 60 anni, per motivi opposti.

Per aumentare le possibilità di concessione del prestito, è meglio che il richiedente sia un lavoratore a tempo indeterminato (indipendentemente dall’età). Di fatto il “credit scoring” dei lavoratori stabili ha punteggi elevatissimi.

Caratteristiche dei prestiti per gli under 40

Quando si è giovani, ci sono così tanti progetti da realizzare: comprare una macchina, fare un viaggio, sposarsi, ecc.

La maggior parte dei prestiti giovanili vengono studiati per garantire tutte queste esigenze o anche solo una in particolare.

Spesso il nome associato a questi piani di finanziamento agevolato è studiato ad arte per ricordare uno di questi bisogni:

  • prestito auto (studiato per chi deve acquistare una macchina),
  • prestito di lavoro (studiato per chi ha bisogno di fondi per iniziare una nuova attività imprenditoriale),
  • prestito studentesco (prestito per agevolare gli studi).

Ognuno di queste tipologie di prestito avrà a sua volta delle caratteristiche che lo differenzieranno da tutti gli altri: per esempio la durata e l’entità massima della somma erogabile. In genere comunque gli importi hanno una soglia minima di qualche migliaio di euro, e possono arrivare fino ad un massimo di trenta – quarantamila euro. Per quel che riguarda la durata, le rate di restituzione sono in genere comprese tra i 12 e i 72 mesi.

I tassi di interesse applicati a questi prestiti possono variare parecchio fra di loro. Una stessa finanziaria potrebbe applicare tassi differenti a seconda delle garanzie offerte, dello storico creditizio posseduto e dell’età. Il consiglio che diamo è quello comunque di informarsi prima di accendere un qualsiasi prestito dedicato. Infatti, vista la difficile situazione economica in cui versa gran parte dei nostri giovani, spesso sono presenti nei territori delle forme di accesso al credito agevolato patrocinate da enti pubblici specifici. Queste offrono in genere condizioni relative a costi ed affidabilità decisamente più convenienti.

Un prestito giovane e veloce tramite i social lending

Su Internet, il prestito tra privati ​​rappresenta un nuovo modo di accedere al credito, discostandosi dagli istituti di credito tradizionali. Il prestito tra individui corrisponde alle nuove aspirazioni dei giovani lavoratori. Gli under 40, la cosiddetta Generazione Y, sono nati e cresciuti con nuove tecnologie. Sono ultra connessi e sono abituati all’uso di Internet: social network, media, e-commerce, crowdfunding, ecc. Sui social lending (così sono chiamati i marketplace dei prestiti fra individui) è possibile compilare una richiesta di prestito 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana!

Viene anche chiamato credito collaborativo, corrispondendo ai valori di condivisione tipico delle nuove generazioni. Una piattaforma di credito collaborativo consente ai richiedenti di beneficiare dei risparmi investiti da altre persone per finanziare i loro progetti.

La piattaforma svolge il ruolo di intermediario a costo zero, cioè si limita a mettere in comunicazione i richiedenti coi prestatori. Questa nuova modalità di credito consente di dare una dimensione più umana al prestito personale, e questo si riflette nel costo del credito al consumo. Infatti una piattaforma di credito tra individui si distingue per la riduzione dei costi rispetto a un istituto di credito tradizionale.