Prestiti velocissimi per studenti: migliori prodotti, offerte del 2022 per chi studia

Indice dei contenuti

Gli studenti universitari e liceali si trovano nella condizione per la quale devono affrontare molte spese nella loro carriera accademica. Alcuni pagamenti quasi obbligatori per loro si riferiscono all’acquisto di libri e accessori necessari per l’apprendimento. Altre spese, invece, si riferiscono alle spese più prettamente universitarie, le quali sono difficili da coprire nel caso in cui lo studente non possa contare sull’aiuto economico della propria famiglia. Inoltre, gli studenti non residenti nella stessa città universitaria sono obbligati a sostenere anche l’affitto e tutti i costi relativi al mantenimento fuori dalla propria città. Pertanto, devono acquistare regolarmente le materie prime necessarie alla vita. Questo è uno sforzo finanziario considerevole, soprattutto quando è impossibile ottenere aiuto dai membri della famiglia su base regolare. Pertanto, la categoria interessata deve richiedere un prestito.

Molte università hanno stipulato convenzioni con istituti di credito e società finanziarie al fine di agevolare l’ottenimento di denaro da parte degli studenti e rendere meno gravosi economicamente i loro studi. In questo modo, hanno deciso di fornire una serie di soluzioni di prestito vantaggiose per gli studenti. Considerando che trovano la loro intrinseca instabilità economica durante i loro studi, che può soddisfare le loro esigenze specifiche.

Il prestito studentesco: che cos’è?

Il prestito studentesco o anche conosciuto come prestito d’onore è uno dei servizi più popolari di cui beneficiano gli studenti universitari. La cosa più importante è che non è necessario apportare garanzie di capitale e salari fissi. Pertanto, indipendentemente da chi ne faccia richiesta, non deve pretendere di avere un contratto di lavoro come generalmente accade per i prestiti personali. Si tratta quindi di un prestito pensato per supportare gli studenti durante il processo di apprendimento. Il capitale viene versato in varie situazioni, non in un’unica soluzione. Questa struttura ti consente di elaborare il piano di rimborso alla fine dei tuoi studi, e in nessun caso farlo prima che dimostrino di aver trovato un lavoro.

  • Per quanto riguarda i pagamenti rateali individuali, gli studenti hanno una notevole flessibilità. Perché le loro scadenze sono determinate in base alle esigenze degli studenti. Di conseguenza, gli è stato concesso un periodo di grazia per attendere il raggiungimento di condizioni di lavoro sufficientemente stabili. Diversi istituti di credito hanno proposto soluzioni di prestito adeguate. Ognuna di esse si presta ad essere richiesta per soddisfare esigenze specifiche. Ad esempio, esistono prestiti finalizzati al pagamento di tasse relative a corsi di laurea o prestiti finalizzati a ricevere corsi di istruzione superiore. Tali formule di prestito si considerano attivate solo nello stesso Paese/Regione in cui è stato erogato il prestito. Il vantaggio è che a condizioni favorevoli si può ottenere un compenso alla fine del corso.

Quali requisiti bisogna rispettare per poter richiedere un prestito per gli studenti

Gli studenti universitari che partecipano a qualsiasi corso di laurea possono richiedere prestiti d’onore. Oppure chi ha frequentato corsi di alta formazione professionale. Alcune banche forniscono anche prestiti temporanei per gli studenti che vogliono partecipare all’Erasmus, il programma europeo per poter studiare all’estero. Va detto che ogni istituto di credito garantisce diverse opportunità in base alla convenzione stipulata con l’università.

  • Per ottenere un prestito d’onore, devi avere almeno 18 anni ed essere uno studente universitario o laureato che sta per seguire un programma di istruzione superiore. Non devi avere alcun rapporto di lavoro al momento della presentazione della domanda. Inoltre, devi avere la cittadinanza italiana. Se sei nato all’estero, la tua cittadinanza deve essere approvata almeno sei mesi prima di presentare la domanda di prestito.

Fondo di credito per studenti e giovani

È un fondo governativo posto in essere dal Ministero delle Politiche Giovanili e dei Servizi Sociali Universali.
L’obiettivo principale è quello di fornire una serie di supporti finanziari agli studenti più meritevoli, legati alla loro disponibilità a seguire corsi di laurea tradizionali o master universitari. Sono considerati efficaci anche i corsi per l’apprendimento delle lingue straniere. Per essere beneficiario di questi prestiti è necessario dimostrare di possedere una serie di requisiti. Inoltre, per attivare il programma, è necessario compilare un apposito modulo fornito dallo stesso dipartimento, che dovrà poi essere depositato presso un istituto di credito convenzionato.

  • I requisiti da dimostrare sono vari. Prima di tutto, devi avere tra i diciotto e i quarant’anni. In secondo luogo, devi dimostrare di aver completato il liceo con un certo voto. Oppure devi iscriverti a un corso di laurea triennale o magistrale. In ogni caso, vanno portati dei risultati di un certo livello. Il fondo è affidato alla gestione della concessionaria del servizio pubblico assicurativo Consap. In pratica, lo Stato tende a condividere i rischi con gli istituti di credito affiliati. Il dipartimento governativo funge da garante della banca che emette il prestito. Pertanto, se il beneficiario del prestito non adempie ai propri impegni per vari motivi, il fondo rappresenta un’importante garanzia per il rimborso del debito.

A quanto ammonta il finanziamento

Sotto la garanzia del Fondo è possibile ottenere ingenti somme di denaro dagli istituti di credito convenzionati. Il creditore è protetto da garanzie di finanziamento del governo. Si dice che la cifra possa raggiungere i 25.000 euro. Il prestito però non avviene in un’unica soluzione, ma si effettua tramite rate annuali. La loro dimensione è compresa tra tremila e cinquemila euro. Per quanto riguarda il piano di ammortamento, gli studenti hanno l’opportunità di affrontarlo in tre-quindici anni. In ogni caso, il rimborso deve iniziare dopo il 30° mese dall’emissione dell’ultimo prestito. Il tasso di interesse applicabile e le altre condizioni che il beneficiario del prestito deve rispettare sono determinati con decisione tra le istituzioni governative e l’ABI (Associazione Bancaria Italiana). Le agevolazioni sono ancora garantite, soprattutto in termini di tassi di interesse.

Consigli finali

Il prestito studentesco ci pone nella condizione di affrontare gli studi in serenità e senza particolari vincoli di restituzione immediata, infatti questo si può restituire una volta in cui si entra nel mondo del lavoro. In ogni caso affidati sempre ai servizi convenzionati della propria università, specialmente passando dalle associazioni studentesche o dagli sportelli delle segreterie, le quali sapranno indicarti la via più agevole e migliore da seguire, evitando errori e incomprensioni in una decisione che può potenzialmente influire sul proprio futuro.